La labirintite di italia.it. “Gioacchino Fellini” è stato corretto: ora il marchigiano celebre si chiama Federico Fellini

UPDATE: alla velocità della luce, come nemmeno una statua di Ceaucescu, Fellini è stato abbattuto e sostituito da Gioacchino Rossini. Sic transit gloria mundi. Rimane il post a testimoniare l’effimera marchigianità del regista riminese.

Gianna segnala un evento spassosissimo.
Vi ricordate il post di Marco sugli errori delle pagine in inglese dedicate alle Marche sul portale del turismo?
Tra di essi vi era l’impagabile “Gioacchino Fellini” (ormai la mascotte ufficiale di scandaloitaliano), elencato tra i marchigiani celebri.

Ebbene, con la solita efficienza gli errori sono stati corretti. Con un piccolo problemino però: alle Marche, anziché attribuire il grande musicista pesarese Gioacchino Rossini, hanno attribuito l’immortale regista riminese Federico Fellini!

federico marchigiano

ps: ma “of the renaissance Raffaello and Bramante” significa qualcosa?

12 comments so far

  1. Pedro on

    Secondo me vi monitorizzano e correggono gli svarioni grazie alle vostre puntuali e dettagliate indicazioni.

    Per quanto mi riguarda parte dei 45mln di euro andrebbero proprio a chi si premura di mettere ordine in quel delirio.

  2. mario on

    Spiace vedere diminuire il numero dei commenti. Spero che l’attenzione, se non la partecipazione, rimanga alta, all’altezza del lavoro che state facendo (e della verve linguistica).
    Aggiungo: visto che siete diventati i correttori ufficiali del sito, o vi fate pagare (tipo un tot a “refuso”), oppure piantatela di fare i bravi e cominciate un’opera di depistaggio, con errori sparsi qua e la’, in modo da gettare ancor piu’ nel panico chi vi sta usando…
    Comunque per me siete una lettura ormai obbligata, per come riuscite a rivestire d’ironia una sana indignazione. Non mollate!

  3. aghost on

    io penso che forse, arrivati a questo punto, bisognerebbe dare una svolta: potremmo passare mesi a cercare errori nel sito, è anche divertente ma in fondo a che servirebbe? Che il portale faccia schifo ormai è chiaro a tutti, non c’e’ bisogno di trovare altre castronerie, ce ne sono talmente tante…

    Io ora punterei a:

    a) investigare meglio l’iter di spesa di questo e altri portali mangiasoldi

    b) raccogliere gli elementi per fare un esposto

    Noi piu di tanto non possiamo investigare, un magistrato invece si :)

    Che ne dite?

  4. frap1964 on

    @aghost
    A breve ci saranno novità che vanno nel senso da te indicato.

  5. Paolo Tramannoni on

    Pura commedia dell’arte! Chi ha il coraggio di dire che questo sito non ci rappresenta?

  6. Luca Carlucci on

    aghost, mo’ ti tiro un pippone.

    personamente mi auguro con somma gioia che le persone comincino a svegliarsi e prendano a rompere i coglioni per bene e a fondo a quella sorta di casta che non solo si sta arricchendo personalmente sul lavoro dei cittadini, ma che quei medesimi soldi e quel medesimo lavoro, sull’onda di un’incompetenza totale, li gestiscono con offensiva inettitudine.

    ciò detto, la risoluzione del problema, per me,non è la magistratura, ma sono i cittadini. Tra l’altro, non so se ci hai fatto caso, ma in Italia i ricchi e i potenti possono fare le peggiori porcate senza incorrere in conseguenze serie: al limite qualche intoppo, che si risolve nel giro di qualche anno di pausa dorata.

    Per altro, e qui parlo per me, non sono alla ricerca di illeciti, né mi aspetto di trovarne (chiaro, se mi imbattessi in una qualche evidenza in tal senso, prenderei le dovute decisioni): quel che mi interessa è racconatre e anatomizzare in maniera puntuale e spietata un sistema marcio fino al midollo, un sistema che sperpera enormi ricchezze comuni, che accorda privilegi rivoltanti ai membri della casta, e che al tempo stesso si atteggia a serio, compreso, moderno, efficiente, proattivo, e *osa* chiedere ai più deboli ed esposti sacrifici, flessibilità, precariato etc.

    Quel che interessa me è rompere, nel mio microscopico, quel piccolo incantesimo che ha reso gli italiani passivi e insensibili all’incredibile sperequazione e ingiustizia che si sta accumulando sulle loro teste, e renda palese e incontrovertibile l’inettitudine, la stupidità, la mancanza di etica e di qualità umane di quei politici e dirigenti che di tale sistema sono i campioni.

    sull’allargare le “inchieste”, questo blog non può permetterselo a livello di energie, e probabilmente lo snaturerebbe: questo blog è una trivella, non un giornale dove si salta di notizia in notizia, di scandalo in scandalo, contribuendo al quel senso di anestetizzazione di cui ti dicevo prima.

    per quanto riguarda me, l’ideale è che di trivelle ne nascessero altre, tutte che imboccano un filone e lo portano bene a fondo fino a che non è esaurito. e poi rimangono lì, dossier esaurienti e completi su quell’argomento, lasciando il posto a un nuovo persorso. so che è un’utopia, ma questa sì che sarebbe una rivoluzione informativa.

    quando vedo un tg, o la hp dei quotidiani online, io sento che quella non è informazione, ma fantasmagoria, diseducazione al sapere e all’elaborare, passività: in una parola, rincoglionimento.

  7. Luca Carlucci on

    ovviamente, tutto ciò detto, se tiri fuori un post coi contro C su internet culturale, qui a metterlo su ci si mette due secondi :))

  8. aghost on

    penso che il sito ha dimostrato ampiamente che il portale fa schifo. In questo senso il suo compito si puo’ dire portato a termine.

    Proprio per non “sprecare” tutto il lavoro encomiabile svolto, e proprio per stimolare altre “trivelle” a fare altrettanto, sarebbe secondo me importante “concretizzare” tutto l’impegno in una svolta tangibile, ovvero interessare la magistratura.

    Fare un esposto, per quel che ne so, non comporta particolari impegni ne’ spese. Magari potremmo farci aiutare da un avvocato per capire meglio come fare…

    Ma se tutto il lavoro di denuncia fin qui fatto si conclude con un nulla di fatto, a che serve?
    Secondo me la cosa migliore sarebbe appunto fare un esposto, firmato da “x” cittadini.

    Altrimenti il tutto si ferma a sterila protesta o sbeggeggio. Che va benissimo per carità, ma forse si può e si deve fare di più. Questa mi pare un’occasione d’oro perchè si ridesti finalmente il popolo bue, sarebbe un peccato lasciarla cadere… o no?

  9. Luca Carlucci on

    il blog mi pare abbia fatto qualcosa di diverso e più approfondito e un po’ nuovo rispetto al protestare.

    detto questo, se lo scopo di tutto ciò è un esposto alla magistratura, cioè una roba che si firma e poi ci si mette ad aspettare che succeda qualcosa, lo troverei, questo sì, uno sforzo inutile – e sopratttutto una cosa totalmente sterile e vecchia.

    l’esposto alla magistratura magari ci sarà, o no, ma non deve essere inteso come il vertice del lavoro svolto: sarà una roba laterale e accessoria. così la vedo io, e chiaramente parlo solo per me :)

  10. michelle on

    IMPORTANTE: sono inglese, e anche la traduzione del sito FA SCHIFFO… altri soldi ben spesi….

  11. Old Jacques on

    @michelle
    Sfondi una porta aperta qua. We are collecting observations regarding the translations on the English side of Scandaloitaliano and would love any details you care to contribute.
    Thanks!

  12. […] che le Marche e i maceratesi non sono molto amati da Italia.it perché ne hanno scritte di tutti i colori e si stenta a credere che sia tutto vero. Leggete cosa hanno trovato i due marchigiani Paolo e […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: