Archive for the ‘comunicazioni di servizio’ Category

A latere: scandaloitaliano e le boiate di LA STAMPA.it

Questo non è un post importante, ma è solo un veloce atto dovuto per rendere giustizia al lavoro della quarantina di persone che hanno contribuito a dotare di forma e contenuti scandaloitaliano.

“Benvenuti a Pesaro, la città di Fellini”. Un incredibile catalogo di strafalcioni è un articolo apparso oggi su LaStampa.it, firmato da tale Gianluca Nicoletti. Si tratta di una specie di intervista a Gianfranco Fisanotti, presidente di Unionturismo. Egli viene presentato così:

Continua a leggere

Annunci

Italia.it: è tutto chiaro.

Vi ricordate ?
Il 21 marzo scorso scandaloitaliano aveva pubblicato questa lettera aperta a Prodi, Rutelli & Nicolais ed il 2 aprile aveva inviato in raccomandata e per e-mail questa lettera di notifica con il testo della lettera aperta in allegato.
Con oggi le sottoscrizioni alla nostra lettera aperta e l’attesa si chiudono.
Grazie a tutti.
Esito ?

Continua a leggere

Scandaloitaliano: fine di un inizio

5.
Scandaloitaliano entra in ibernazione.
Sarà un fragoroso silenzio in attesa della risposta alla lettera inviata a Prodi, Rutelli e Nicolais. Se non l’avete firmata, essa rimarrà aperta alla sottoscrizione fino al 2 maggio 2007. Se l’avete firmata, vi ricordiamo che la lettera è anche vostra: usatela, spingetela, mandatela a media e destinatari.

4.
Quando, entro una trentina di giorni, arriverà la risposta, scandaloitaliano uscirà dall’ibernazione e la pubblicizzerà subito sul blog, qualunque essa sia: il silenzio sprezzante di chi guarda ai cittadini dall’alto del potere come a una massa insignificante e priva di diritti, oppure una vera risposta, nel qual caso tutti i materiali allegati saranno immediatamente resi disponibili in rete.

E a questo punto la palla passerà alla comunità: a noi, ai nostri siti, ai nostri blog, alla nostra passione civile, alla nostra intelligenza e competenza, a nuovi progetti, a nuove iniziative, e a tutte le eventuali azioni che la lettura (o la non lettura) di quei materiali renderà necessario intraprendere.

3.
Al di là di questo ultimo, fondamentale step, la missione progettuale del blog:

Questo blog, aperto al contributo di tutti i professionisti del multimedia italiano, nasce per motivare meticolosamente, analiticamente, punto per punto perchè http://www.italia.it – il sito da 45 (quarantacinque) milioni (milioni) di euro (di soldi pubblici) – è un portale mal progettato, mal realizzato, mal scritto, e che grida vendetta nel suo essere scandaloso spreco di denaro pubblico, nonché un’offesa alla competenza e alla professionalità dei lavoratori del web italiano

può dirsi esaurita e compiuta, al di là di ogni preventivabile aspettativa. E con una brillantezza e con un’efficacia di cui, a voi contributori e partecipanti al blog, tocca prendervi il merito, che lo vogliate o no.

Siamo partiti da una situazione di lanci in pompa magna, e adesso tutti gli attori istituzionali fanno a gara a fuggire dal portale nazionale del turismo italiano, decretandolo cadavere (fanno un po’ patetica eccezione le aziende che l’hanno realizzato: ma considerato che sono in attesa del saldo, tutto ciò è piuttosto comprensibile). Lo stato penoso del portale, e la sintomatica, esemplare incompetenza che ha contrassegnato la storia produttiva di italia.it, sono di dominio pubblico in ogni particolare. Senza più alibi o giustificazioni confuse per nessuno. E nel sollevare e dare nitore al caso, il nostro contributo è stato fondamentale.

I media tradizionali hanno ascoltato e reso conto delle voci lucide e organizzate provenienti dal web? No.
Ci aspettavamo che lo facessero? No.
Ce ne frega qualcosa? No.

2.
Perchè non tirarla per le lunghe? Perchè non allargare il raggio di azione? Perché non stabilizzare la struttura del blog? Perchè non far fruttare la cospicua dote di visibilità e contatti che ha accumulato?

Semplice: perché ciò non è nel progetto. Scandaloitaliano si batte con furore e con forza per l’affermarsi di un serio ed efficiente “pensare progettuale” in questo asfittico paese, e dunque si comporterà di conseguenza. Della notorietà, dei contatti, del successo del blog in sé, da queste parti non frega nulla a nessuno.

1.
Scandaloitaliano segna un qualcosa di nuovo sul web italiano?
Noi pensiamo, con estrema immodestia: sì.
Ed è una cosa di cui tutti i partecipanti al progetto, a qualsiasi titolo vi abbiano preso parte, devono andare sacrosantamente orgogliosi.

0.
C’è di che esserne soddisfatti?
No.
Questo è un inizio, non una fine.
Il campo è libero, e le possibilità infinite.
I dinosauri lassù che leggono con preoccupazione e incapacità di reagire questo blog, pensato e aperto in meno di un’ora da persone “qualsiasi”, sono avvertiti.

Lettera a Prodi: PARTITA!

Di seguito pubblichiamo il testo integrale della lettera di notifica a Prodi, Rutelli e Nicolais spedita oggi 2 aprile 2007 in raccomandata AR e poi via e-mail .

Con questa lettera si notifica l’esistenza della lettera aperta a Prodi, Rutelli e Nicolais disponibile in rete e se ne allega il testo integrale.
Ci è parso un evidente controsenso inviare con essa oltre 60 pagine (tante sarebbero) di elenco degli attuali firmatari per richiedere dei documenti in formato elettronico. Sarebbe una contraddizione in termini.

La lettera in rete è aperta e tale rimarrà per almeno altri trenta giorni
(cioè sino al 02/05/2007)
. Al momento siamo oltre 1500 firme (update 29/04/2007) .
Continuate quindi a firmare e far firmare.
Sempre con Nome e Cognome, grazie.

Vi terremo informati sull’esito.

Continua a leggere

Lettera a Prodi: continuate a firmare!!

Al momento siamo a quota 1302.

scandaloitaliano invierà lunedì 2 aprile via e-mail e con raccomandata AR alla Presidenza del Consiglio una lettera di notifica con allegato il testo della
petizione online.

Continuate a firmare e far firmare.
Sempre con Nome e Cognome, grazie.

Continua a leggere

UnionTurismo aderisce compatta a scandaloitaliano

In una e-mail che ci fa pervenire per conoscenza UnionTurismo comunica a scandaloitaliano che ritiene sia utile aderire compatta alla nostra lettera aperta a Prodi, “per il bene del turismo e dell’informazione turistica stessa” .

Con oggi si chiude la raccolta firme per un l’invio della lettera aperta a Prodi, Rutelli e Nicolais.
La lettera sarà spedita via e-mail lunedì 2 aprile, ma la sua versione elettronica rimarrà ancora aperta e sottoscrivibile sino ad avvenuto riscontro.

Siete ancora in tempo per firmare, fatelo!

Lettera a Prodi: firmare perchè ?

Al momento siamo ad oltre 1300 firme.
Firmate e fate firmare.
Per favore, sempre con Nome e Cognome, grazie.

Continua a leggere

Mille firme per Prodi, Rutelli e Nicolais

UPDATE: e nel frattempo anche scandaloitaliano compie le 100.000 visite/clic in una trentina di giorni di vita. Forse è tanto, forse ci sarebbe da essere contenti. A noi macchinisti, però, più che festeggiare, interessa ricordarvi di non vedere il blog come una cosa “frontale”, da leggere e basta, ma come una cosa cui partecipare e dare il vostro contributo, nei modi che riterrete più consoni e opportuni (post, segnalazioni, commenti, diffusione etc).
E dunque: Partecipa! e scandaloitaliano@gmail.com.

Continua a leggere

Prove tecniche di democrazia elementare: perché firmare la lettera aperta a Prodi per fare chiarezza su italia.it

Funziona così.

Alcune leggi dello stato Italiano, oltre che, come dire, un basilare buon senso civico, stabiliscono che i cittadini hanno il diritto ad avere accesso agli atti della loro Pubblica Amministrazione.

Beh, i motivi sono talmente evidenti che non ci sarebbe nemmen bisogno di spiegarli: i cittadini sgobbano dalla mattina alla sera, il loro lavoro è monetizzato in uno stipendio, e una bella fetta di questo stipendio va nella cassa comune della comunità.

Continua a leggere

Comunicazione di servizio: dove segnalare gli errori del portale

Piovono le segnalazioni sugli errori del portale. Per non disperderle a giro in coda ai vari post, qui dalla sala macchine vi invitiamo ad usare lo spazio commenti della sezione Partecipa!

E già che ci siamo, ribadiamo caldamente tutti gli inviti a partecipare contenuti nella suddetta sezione, nelle modalità colà menzionate.

Italia.it: in breve

Il numero di visitatori cresce e i nuovi arrivati faticano un po’ ad orientarsi.
Per loro è nata la pagina In breve : una sintesi delle date e degli eventi più significativi nella storia del portale www.italia.it .

Nella stessa pagina la sezione Approfondimenti raccoglie in categorie ed ordine di pubblicazione alcuni dei post più quotati.
Naturalmente ogni contributo è ugualmente importante: l’invito è quindi a leggerli tutti.

scandaloitaliano e un’importante trasmissione TV

scandaloitaliano è stato contattato, in quanto fonte di informazioni, dalla redazione di un famoso programma televisivo che forse farà un pezzo sull’affare italia.it

Abbiamo passato loro, telefonicamente e per e-mail, tutte le informazioni e le notizie raccolte sin qui.

Vi terremo aggiornati se ci sono sviluppi.

WE WANT YOU! Parte l’operazione “Turista straniero testaci il portale”

Il portale nazionale del turismo www.italia.it ha come target i turisti stranieri.
Ebbene non pensate che sia giunta l’ora di chiedere a loro cosa ne pensano?

Per questo abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Scrivete mail a tutti i vostri amici all’estero invitandoli a provare il portale per organizzare una vacanza, e poi a lasciarci un piccolo feedback qui: http://italianscandal.wordpress.com/feedback-on-italiait

E soprattutto, copiate l’invito al feedback riportato qui sotto (liberamente personalizzabile, chiaro) e aiutateci a postarlo su forum, blog e simili stranieri dedicati al turismo e ai viaggi!

Insomma, mettetevi una mano sul cuore e una sul send message, e regaliamo ai nostri dirigenti un affascinante feedback poliglotta ed esotico sul loro operato!

———————

Do you consider yourself a world traveller?
Do you check out your every travel destination thoroughly on the web BEFORE buying your tickets?

What do YOU think of the http://www.italia.it website?

We think that the Italian National Tourism Portal was made with YOU in mind as the potential target, and we’d like to get your impressions (we already know what we think about it) here:

http://italianscandal.wordpress.com/feedback-on-italiait

Please feel free to leave a comment! Buon viaggio, e buona navigazione!

Cercasi post!

Da oggi, nella sezione Partecipa, viene tenuta una lista aggiornata di post in cerca d’autore: argomenti e spunti rilevanti in questa vicenda, da approfondire in modo il più possibile strutturato e solido, come è nello spirito di questo blog.

Chi, armato della passione, del tempo e della pazienza necessari, vuole salire a bordo e cimentarsi, è chiaramente il benvenuto. Nel caso qualcuno decidesse di occuparsi di uno degli argomenti menzionati, ce lo segnali in mail, cosicché si possano gestire le eventuali sovrapposizioni – o, ancora meglio, creare delle reti contatto per eventuali post collaborativi.

Rimane ovviamente aperto l’invito a segnalarci e inoltrarci tutti i contributi che ritenete d’interesse, o in commento ai post o a scandaloitaliano@gmail.com

scandalo italiano adesso anche in inglese

Grazie ad un incredibile contributo volontario a questo blog, scandaloitaliano a circa 72 ore dalla sua apertura offre una traduzione (parziale) in inglese all’indirizzo: http://italianscandal.wordpress.com/

Gloria dunque a James, Marta, Valentina, Chiara per lo splendido lavoro che stanno facendo, e un grazie di cuore a tutti quanti hanno generosamente offerto la loro disponibilità e competenza.

Continua a leggere

Comunicazione di servizio: un piccolo chiarimento su questo blog

All’inizio, Scandalo italiano è nato logisticamente dall’iniziativa improvvisata da un pugno di amici digitali provenienti dalle community MMM e Officina Creativa, alcuni dei quali non si sono mai nemmeno visti in faccia.

Amici accomunati dal fatto di lavorare nel campo del web e del multimedia, e da un profondo senso di umiliazione per come l’operazione italia.it presenta l’immagine dell’Italia in generale e dei professionisti italiani del web/multimedia, nonché di indignazione e senso di scandalo civile per il modo a dir poco incompetente e offensivo in cui sono stati investiti e gestiti 45 milioni di euro appartenenti alla comunità.

Continua a leggere

AAA cercasi

Cercasi volenterosi che se la sentano di tradurre alcuni dei post del blog in inglese!
(gli è che ci piacerebbe contribuire, nel nostro piccolo, a tutelare la dignità degli italiani agli occhi stranieri, puntualizzando che gli inetti che ci governano non sono l’Italia, e che c’è chi ha cominciato ufficialmente a dissociarsi da loro).

Gli eventuali cuori anglofoni e generosi ci possono contattare a scandaloitaliano@gmail.com

Scandaloitaliano: cosa bolle in pentola

Stiamo trovando e ricevendo molte informazioni relative ai dietro le quinte dell’affaire italia.it, alcune di queste di natura piuttosto delicata.
E stiamo sgobbando come matti per verificarle, e per capire come e se pubblicarle. Tra oggi e domani forse riusciamo a farne uscire qualcosa di significativo.
State sintonizzati.