Lettera a Prodi

[LA SOTTOSCRIZIONE SI E’ CHIUSA IL 02/05/2007]
.
Questa lettera aperta indirizzata al governo italiano è stata sottoposta alla libera sottoscrizione di tutti i cittadini che ne hanno condiviso la forma e le ragioni. In essa si chiede l’accesso alla documentazione ufficiale di gara e progetto del portale http://www.italia.it, cioè di esercitare quel diritto di trasparenza relativo agli atti ed ai documenti della Pubblica Amministrazione più volte sancito dalla legislazione italiana.
.
PRIMA RISPOSTA DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO ALLA LETTERA
(22 MAGGIO 2007)
.
SECONDA RISPOSTA DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO ALLA LETTERA
(10 LUGLIO 2007)
.
PER VEDERE LE OLTRE 1500 SOTTOSCRIZIONI:
[ FAI CLICK QUI ]e poi seleziona “View Current Signatures”
N.B.: Il link qui sopra ti condurrà al servizio petition on line, dove potrai visionare appello e sottoscrizioni.


.

Lettera aperta al governo italiano
Italia.it, tutto chiaro.

.
Al Signor Presidente del Consiglio
Romano Prodi
Al Vice-Presidente del Consiglio
Francesco Rutelli
Al Ministro delle Riforme e Innovazioni
nella pubblica amministrazione
Luigi Nicolais

e p.c. a tutti i media

Signor Presidente del Consiglio Romano Prodi,
Signori Ministri Francesco Rutelli e Luigi Nicolais,

a noi l’Italia piace.

Il portale Italia.it, da poco rilasciato online, decisamente meno.
Questione di gusti direte voi: non è così.

Dal giorno del suo debutto Italia.it è stato oggetto di una valanga clamorosa di critiche da parte di tutto il mondo web, italiano e non: tecnici, designers, comunicatori, esperti di marketing turistico online, bloggers e semplici utenti.

Accanto a loro un inspiegabile ed assordante silenzio dei canali istituzionali, della stampa e dei media televisivi; con qualche rara eccezione dei pochi che ne hanno trattato marginalmente.

Il portale, che del progetto “Scegli Italia” rappresenta l’elemento catalizzatore per il rilancio del turismo italiano, si è rivelato, alla prova dei fatti, del tutto inadeguato allo scopo.

In considerazione delle ingenti risorse economiche allocate, 45 milioni di euro o più, e del tempo trascorso dall’inizio del progetto, varato il 16 marzo 2004, la cosa appare ancor più grave.

Dal 22 febbraio scorso, data di presentazione del portale, si è assistito ad un balletto di cifre, comunicati, interviste, riunioni di osservatori, interrogazioni e smentite dai quali emerge una sola cosa: una sostanziale assenza di trasparenza e limpidezza su tutta la vicenda.

Noi chiediamo invece che per Italia.it sia tutto chiaro.

Questo governo, anche con suoi recenti atti, ha dato prova di voler iniziare un percorso di modernizzazione e trasparenza di tutto l’operato della pubblica amministrazione: oggi ha modo di far seguire i fatti alle parole.

Senza citare leggi e provvedimenti, che pure garantiscono pieno diritto di accesso a documenti pubblici, in qualità di cittadini appassionati e scrupolosi Vi chiediamo, come semplice atto di responsabilità e di etica civile, di mettere a disposizione su di un sito istituzionale o di far pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica

scandaloitaliano@gmail.com

una copia in formato elettronico dei seguenti documenti:

  • studio di fattibilità completo del progetto Scegli Italia
  • costo totale previsto dell’intero progetto, con dettaglio
  • convenzioni tra DIT* e Innovazione Italia per l’esecuzione del progetto Italia.it
  • bando di gara
  • capitolato
  • elenco imprese o RTI* partecipanti alla gara
  • documento di aggiudicazione con dettaglio dei criteri adottati e motivazioni
  • risultati del benchmark internazionale sulle offerte presentate
  • contratto in essere con il RTI: IBM, ITS e Tiscover
  • atto transattivo del 2006 con il RTI: IBM, ITS e Tiscover con dettaglio motivazioni

Confidiamo che questa nostra istanza abbia esito positivo.
Vi ringraziamo sin d’ora per l’attenzione che, ne siamo certi, dedicherete a questo appello.

*Nota esplicativa per i firmatari:
DIT : Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie, presso la Presidenza
del Consiglio dei Ministri
RTI : raggruppamento temporaneo di impresa


 

NOTA SUI DATI PERSONALI RACCOLTI NELLA PETIZIONE

I tuoi dati personali sono stati utilizzati esclusivamente allo scopo
di sottoscrivere questo documento.
E’ tassativamente escluso ogni altro utilizzo e/o trasferimento a terzi dei dati.
Al termine dell’operazione i dati saranno distrutti.

Per chiarimenti o comunicazioni: scandaloitaliano@gmail.com

35 comments so far

  1. […] Marzo 21, 2007 Posted by db in news. trackback ScandaloItaliano ha dato il via ad un’iniziativa che, ancora una volta, merita […]

  2. […] Firmate numerosi! Posted by aghost Filed in quando mi girano […]

  3. M.Teresa on

    Perché non pensate ad un modo per favorire i “poco abili” come me nel far girare questa petizione?
    Se potessi “autoinviarmi” questa pagina alla mia casella elettronica, potrei farla ampiamente circolare al mio indirizzario.
    Forse il problema è solo la mia ignoranza, nel qual caso aspetto istruzioni.
    Nonostante la mia inabilità tecnica, sono però in grado di apprezzare la grandezza di ciò che state facendo. Bravi!
    Grazie
    M.Teresa

  4. […] Questo link ti porta alla pagina su scandaloitaliano di presentazione dell’iniziativa. […]

  5. mago28 on

    Sicuramente e nel mio piccolo cercherò di pubblicizzere la vostra iniziativa! Bravi. E’ ora che imparino a renderci conto delle c…te che fanno!

  6. […] partita da scandaloitaliano una seria proposta per ottenere chiarimenti sul progetto Italia.it, lo scempio da 45 milioni di […]

  7. […] sito Scandalo Italiano Questa è una lettera aperta indirizzata al governo italiano e sottoposta alla libera […]

  8. doct.alfridus on

    @ M.Teresa

    Puoi fare una cosa semplice semplice:
    se mi stai leggendo, sei nella pagina che contiene il testo della lettera, le spiegazioni, i link… un po’ tutto quel che c’è da sapere, insomma;
    Bene.
    Se guardi in alto al centro, nel secondo rigo sotto la barra colorata della FINESTRA, c’è un riquadro bianco con una strana scritta un po’ lunghetta: è l’URL, cioè l’indirizzo preciso di questa pagina, con tutto il suo contenuto.
    Porta il cursore del mause un po’ dopo la scritta, e clicca; vedrai che tutta la scritta si evidenzierà in bianco su di uno sfondo blu scuro.
    A questo punto, tieni premuto il tasto , e senza mollarlo premi anche il tasto della lettera .
    Hai copiato tutto l’indirizzo! Che adesso è memorizzato negli appunti!

    Scrivi a chi ti pare ‘Ti spedisco un indirizzo dove potrai leggere delle cose che ho trovate moooolto interessanti’: e subito dopo, tieni premuto di nuovo il tasto e premi il tasto della lettera ; e come per magia, l’indirizzo che avevi copiato è scritto lì, dove c’era il cursore! Ed è anche ‘attivo’: cioè, se chi riceve la tua lettera ci clicca sopra, puf!, si ritrova automaticamente proprio in questa stessa pagina!

    Perfetto, non trovi?

    Buon lavoro!

    P.S.- puoi scrivere quanto volte vuoi: finchè non pigerai di nuovo il tasto insieme a quello della lettera , l’indirizzo memorizzato sarà sempre in memoria, e lo potrai stampare quante volte vorrai, sempre premendo insieme i tasti e .

    Ciao,
    doct.alfridus

  9. doct.alfridus on

    @ M.Teresa
    RISCRIVO TUTTO, PERCHE’ IL PROGRAMMA DI QUESTO FORUM NON E’ ABILITATO A LEGGERE LE PARENTESI ANGOLARI, CHE ORA SOSTITUISCO CON LE VIRGOLETTE!
    —————–

    Puoi fare una cosa semplice semplice:
    se mi stai leggendo, sei nella pagina che contiene il testo della lettera, le spiegazioni, i link… un po’ tutto quel che c’è da sapere, insomma;
    Bene.
    Se guardi in alto al centro, nel secondo rigo sotto la barra colorata della FINESTRA, c’è un riquadro bianco con una strana scritta un po’ lunghetta: è l’URL, cioè l’indirizzo preciso di questa pagina, con tutto il suo contenuto.
    Porta il cursore del mause un po’ dopo la scritta, e clicca; vedrai che tutta la scritta si evidenzierà in bianco su di uno sfondo blu scuro.
    A questo punto, tieni premuto il tasto “Ctrl”, e senza mollarlo premi anche il tasto della lettera “C”.
    Hai copiato tutto l’indirizzo! Che adesso è memorizzato negli appunti!

    Scrivi a chi ti pare ‘Ti spedisco un indirizzo dove potrai leggere delle cose che ho trovate moooolto interessanti’: e subito dopo, tieni premuto di nuovo il tasto “Ctrl” e premi il tasto della lettera “V”; e come per magia, l’indirizzo che avevi copiato è scritto lì, dove c’era il cursore! Ed è anche ‘attivo’: cioè, se chi riceve la tua lettera ci clicca sopra, puf!, si ritrova automaticamente proprio in questa stessa pagina!

    Perfetto, non trovi?

    Buon lavoro!

    P.S.- puoi scrivere quanto volte vuoi: finchè non pigerai di nuovo il tasto “Ctrl”insieme a quello della lettera “C”, l’indirizzo memorizzato sarà sempre in memoria, e lo potrai stampare quante volte vorrai, sempre premendo insieme i tasti “Ctrl”e “V”.

    Ciao,
    doct.alfridus

  10. doct.alfridus on

    ATTENZIONE!

    Mi sono presa la briga di controllare l’attività dichiarata dai 650 firmatari della lettera
    “Italia.it: tutto chiaro”
    e, con mio vivo disappunto, ho dovuto notare che i pochi che hanno dichiarata un’attività sono per lo più occupati nell’informatica o in settori ad essa contigui o comunque molto vicini.

    Occorre fare uno sforzo maggiore per portare certe tematiche a conoscenza di tutti gli strati della popolazione, visto che le cose stanno procedendo perisolosamente verso un utilizzo della grande rete fatto esclusivamente per l’utilità di pochi noti, con la stupida connivenza di politicanti impreparati od ottusi, o, peggio, collusi.

    Quindi, io per primo inoltrerò il link a questa pagina a tutti coloro che ho in Rubrica di Posta, ed invito tutti a fare altrettanto.

    doct.alfridus

  11. Luca Carlucci on

    docc. alfridus, grazie per aver risposto a maria teresa: il suo post m’era completamente sfuggito :(

    sulla promozione della lettera: chiaramente, la prima cosa che ho fatto, è stato molestare in e-mail tutta la schiera di amici e conoscenti, informatici o meno :)

  12. M.Teresa on

    Grazie doct Alfridus :-)
    Leggendo il primo post che mi hai gentilmente dedicato avevo concluso di essere non solo incompetente ma anche completamente fusa!!!
    Con le virgolette, invece, è moooolto più chiaro!
    Eseguirò passo passo, grazie ancora.
    M.Teresa

  13. […] Bonacina inizia così questo post, invitando tutti a sottoscrivere la lettera aperta al Governo Italiano. Si tratta di una richiesta di accesso alla documentazione ufficiale di gara e […]

  14. […] Durante questi ultimi giorni di intensa attività, non ho abbandonato la mia consueta abitudine di leggere quotidianamente le notizie dal mio aggregatore. Tra i vari articoli, news e posts di blogs, mi sono imbattuto in questa iniziativa di Scandalo Italiano che si pone l’obiettivo di fare chiarezza sulla questione Italia.it. […]

  15. […] appena firmato la petizione per richiedere totale trasparenza relativa all’affaire Italia.it lanciata da scandalo italiano. E invito a fare […]

  16. Segnalazioni sparse /11 on

    […] Dotcoma diffida di IBM. Comunque una firmetta io l’ho apposta. […]

  17. […] se non credo che la letterina a Prodi sortirà gli effetti sperati (se non altro perché, in base alla legge, per avere accesso agli atti […]

  18. DANIEL on

    ciao

    volevo chiedere perche non fare una petizione per diminuire definitivamente e drasticamente il salario del nostro governo italiano? guadagnano piu di tutti
    i politici europei ma come risultato non ne danno, e voglio persino l aumento a me mi sembra una grossa ingiustizia per gente che lavora sodo e duramente con il sudore che fa veramente qualcosa di concreto e di utile, non come i politici del quirinale che non sanno far altro che inventarsi nuove leggi per favorire i loro introiti e scaldare le loro poltrone comode, secondo me e ora di fare qualcosa, vogliamo davvero che rimanga cosi questo fatto? o vogliamo rimanere cosi come siamo ora e non cambiare nulla , e ora di aprire gli occhi e guardarci attorno.
    Con i soldi ottenuti con i tagli degli stipendi di questi politici si potrebbe fare molte cose sulla sanita, sicurezza infrastrutture e molto altro.
    Se solo sapessi come fare un petizione lo avrei gia fatto ma solo che su sto fatto sono molto ignorante. Spero che cogliate il mio appello e di muoverci a fare qualcosa!!!

  19. […] chiarificatore anche il blog Scandalo Italiano che propone anche una petizione da firmare ed inviare al Presidente del Consiglio […]

  20. alfredo on

    PRODI…… e la banda…. a CASA|||||||||||||||

    ALFREDO GERACI

  21. […] appeal of Scandaloitaliano requesting that the documentation regarding the bidding and contracts for the […]

  22. […] capofila IBM e subentrante, con capofila Telecom; nonchè il tema della trasparenza di atti di cui scandaloitaliano e millionportalbay avevano già chiesto la pubblicazione al governo […]

  23. […] megaportale da 50 e passa milioni di euro ed aveva richiesto di poter accedere ai documenti con una petizione di 1500 firmatari, aveva ricevuto dopo varie manfrine governative un reciso […]

  24. […] diniego di accesso ad importanti rappresentanze della comunità telematica e non (cfr. petizione di SCANDALO ITALIANO e richiesta di accesso di GENERAZIONE ATTIVA) ai documenti relativi ad un progetto – il portale […]

  25. […] le polemiche sono state riaccese dalla risposta negativa da parte del Governo alla richiesta fatta da un gruppo di utenti, circa 1500, del sito Scandaloitaliano (nato per fare chiarezza sul progetto Italia.it) di rendere […]

  26. […] ed in maniera che molti ritengono poco trasparente. Proprio da scandaloitaliano è partita la petizione per chiedere all’attuale governo di rendere pubblici i documenti relativi al progetto e all’utilizzo di tale somma. Petizione […]

  27. Giuseppe Badalamenti (detto Pino) on

    Buona sera Signori,
    non sono un avvocato, non ho quindi specifiche conoscenze giuridiche, credo però, così a buon senso, che ciò che è stato posto come vincolo imprescindibile per avere accesso agli atti sia il particola interesse sulla cosa per cui si richiedono i documenti; si evince dalla risposta: “…deve correlarsi ad un interesse qualificato che giustifichi la cognizione di determinati documenti.”.
    L’interesse qualificato c’è, è l’interesse dei cittadini che pagano allo Stato le tasse e che vogliono sapere come si spendeno i loro denari.
    Voi che ne pensate?

    Grazie
    Pino Badalamenti

  28. […] chiarificatore anche il blog Scandalo Italiano che propone anche una petizione da firmare ed inviare al Presidente del Consiglio […]

  29. edy on

    Dopo i terribili dati sull’occupazione negli Stati Uniti, con 651 mila posti persi a febbraio e 4,4 milioni persi dall’inizio della recessione, il presidente Barack Obama invita a raddoppiare gli sforzi per rivitalizzare l’economia. Durante una visita in Ohio, uno degli stati piu’ colpiti dalla crisi, Obama ha detto che per l’America e’ un momento ”chiarificatore” e che e’ giunto il momento di affrontarlo con ”grandi azioni e grandi idee”. Ed ecco Caronte che da una sponda va a prendere tutti i disoccupati e li traghetta al lavoro. Ma in somma ! Ancora deono capire che il progresso non ci sara’ per questa gente ? Io vorrei una macchina ma cammino con mezzi pubblici. Gli altri mangiano il prosciutto crudo mentre io mangio il tarallo imbevuto con acqua. Il lusso o una degna vita oggi non e’ possibile e per tanto su citato ci vogliono sussidi pari a 700 ? al mese per tutti. Per ogni persona umana disoccupata i Presidenti devono conciliare i sussidi. La popolazione si e’ stufata delle vostre chiacchiere. Fuori dal governo tutti quelli che imbellettano di chiacchiere la societa’. Cattivo pagatore ? Puoi ottenere subito un prestito dallo strozzino. Poi sul banco degli imputati finiscono i media, perche’ la crisi economica “esiste, non chiudiamo certo gli occhi – ammette Berlusconi – ma e’ vissuta sui media in modo pi?mmatico”. Un esempio e’ quel cretino di Emilio Fede che fa di un fatto, una trave infierendo persino su mio fratello che sta con in culo nell’acqua. Questa si che ?na notizia: dall’Apcom – Le coppie italiane che ricorrono alla fecondazione assistita avranno due gemelli in un caso su quattro e nel 5% dei casi un parto trigemellare, con tutti i rischi che questo comporta, per la donna e per i bambini. Un trend opposto a quello degli altri paesi europei, dove ogni anno si registra una lenta ma costante diminuzione delle nascite, tanto che l’incidenza di gravidanze ?idotta quasi allo 0%. Una volta davano un premio a chi faceva figli maschi. Stignoranti. Oggi non danno niente.

  30. […] Bonacina inizia così questo post, invitando tutti a sottoscrivere la lettera aperta al Governo Italiano. Si tratta di una richiesta di accesso alla documentazione ufficiale di gara e […]

  31. […] Dotcoma diffida di IBM. Comunque una firmetta io l’ho apposta. […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: