Archive for the ‘usabilità’ Category

italia.it: alcune semplici notazioni di web design

Il “dialogo” con IBM/ITS/Tiscover (le tre aziende che con 9.6 milioni di euro IVA compresa e quasi due anni di lavoro hanno realizzato il portale) è partito, con effetti oggettivamente grotteschi: se il blog è un ambiente e un dispositivo comunicativo con la sua logica e le sue leggi, loro lo stanno (per ora) uccidendo usandolo come vetrina per comunicati stampa anonimi e con una totale “assenza” di qualsiasi dialogo e comunicazione. Sembrano, tutto sommato, esseri primitivi alle prese con un apriscatole: lo annusano, lo assaggiano, ma paiono non aver la più pallida idea sul come usarlo.
Allora, in attesa che prendano confidenza con la modernità (speriamo non ci vogliano millenni), diamo loro qualche altro spunto di riflessione grazie ad Alessandro e a questa sua pacata e precisa analisi del portale dal punto di vista di un web designer.

Sono un web designer per cui faccio alcune considerazioni su quel che riguarda la qualità delle produzione e con uno sguardo all’usabilità. Ovviamente non voglio soffermarmi sulle scelte stilistiche, perchè sono troppo soggettive, però focalizzerò la mia attenzione su difetti e imprecisioni “oggettive”. E purtroppo sono tante le pagine che avrebbero bisogno di una “rivisitazione”.

Continua a leggere

Annunci

Nuovi strumenti di tortura: la “cartografia interattiva” di italia.it

Quella che vi apprestate a leggere in questo post è la lunga cronaca di un viaggio nel dolore. Ricorda, per alcuni versi, certa letteratura splatterpunk alla Clive Barker: e in effetti, fra i supplizianti di Hellraiser e la cartografia interattiva (aka Navigator) di italia.it, corre una differenza abbastanza impalpabile.

Continua a leggere

italia.it dichiara guerra alla Croazia?

Francesco ci segnala due nuovi contenuti di qualità dal nostro portale Nazionale del Turismo da quarantacinquemilioni di euro.

Il primo riguarda la mappa a pixelloni rossi che ci accoglie all’ingresso. La quale, in alto a destra, parrebbe presentare un pixellone di troppo, e per di più in una zona gografica tutt’altro che innocente.

mappa di italia.it

Urca. Urge una verifica.

Continua a leggere

Usabilità di italia.it: breve excursus di un designer deluso

Un bella e circostanziata analisi dell’usabilità del portale http://www.italia.it inviata a scandalo italiano dall’ottimo Daniele Tonon.

I preamboli sono inutili, passiamo subito ai fatti.
Al pari di molti altri operatori del settore alla messa online di quello che è il più importante progetto web istituzionale mai varato dall’Italia, www.italia.it, mi sono precipitato a scoprirne le pagine.

Chi mal inizia..

Il primo impatto è stato veramente terribile. Vengo accolto da un flash, assolutamente statico, di dimensioni pari a quelle di un francobollo nel quale spicca uno strana sagoma verde (alla prima visita non ero ancora al corrente del nuovo logo dell’italia, altro argomento di feroce dibattito); un italico canto, a tutto volume, fa la sua tracontate comparsa. Mi dilunghrò brevemente su questa pagina (aggiornamento: ora rimossa) in quanto rappresenta il sunto perfetto della competenza e dell’ottica qualitativa con la quale è stato realizzato questo sito/portale.

Continua a leggere

Primi effetti delle lamentele: cassata la intro canterina!

Sembra che qualcosa (poco eh) si stia muovendo, è stata tolta la intro canterina (di qualitaaaa di qualitaaaa, si insomma avete capito), ora si è tornati ad un website con una sola intro, che almeno ha il senso di dare la scelta della lingua.
Mi piace pensare che sia il primo risultato della nostra mobilitazione, e non una mossa programmata o casuale.

Speriamo di vedere altri cambiamenti in futuro, noi ce la mettiamo tutta.

Fidelizzazione bizzarra

Incuriosito dal link my Italy e ormai deciso a non perdermi nulla ma proprio nulla dell’amato portalone prendo una ferma decisione: mi iscrivo.

Incalzato da una serie di domande tipo: “Non potete fare a meno di cantare un’aria di Rossini anche fuori dalla doccia?” mi dico si! sono un vero appassionato dell’Italia! E allora “Via aspettiamo e arrivederci.” , come suggerisce Italione.

Compilo la form, e vengo rispedito nella intropage dove sono costretto a risorbirmi la presentazione e a cliccare diverse volte per raggiungere la home vera e propria. E’ quindi il momento di scoprire cosa ho guadagnato registrandomi nel portale e….VOILA’ vengo rispedito nella form di iscrizione, con i miei dati già inseriti. L’unica cosa che posso fare è cambiare la password, ma non me lo permette. Adesso ho scoperto l’unica VERA cosa che posso fare: re-iscrivermi con un’altro nome!

Indispettito clicco sul logo Italia e….. Error 404: Error reported: 404

E questa è un’ottima ragione per registrarvi su Italia.it. Noi impareremo a conoscervi meglio e a capire le cose che preferite del nostro Paese.

Fonts: ostinata inaccessibilità

Il settaggio delle dimensioni dei caratteri in em è un utile strumento per permettere, in linea con le direttive di accessibilità del W3C e della normativa italiana sullo sviluppo di siti web istituzionali, il completo controllo della grandezza dei font da parte dell’utente.
Si rivela inoltre uno strumento decisivo per consentire una maggiore fruibilità del testo da parte di utenti ipovedenti.
Vediamo un po’ come Italia.it reinterpreta creativamente questo tema.

Continua a leggere

usability test

per riprendere in parte quanto introdotto per i media di ingresso, consideriamo la prima pagina di ingresso, quella delle news per intendersi.

homenews

immagino non sia stato fatto alcun test di usabilità. da cosa si evince? l’uso indiscriminato di font diversi, tanto per cominciare. si possono contare almeno 5 variazioni di font, tra corpo e colore, e tale principio infrange le regole non scritte che stanno alla base dell’usabilità. facile obiezione è dire: non esistono direttive severe riguardanti l’usabilità. posso condividere, ma si nota anche un errore di allineamento tra l’etichetta “cosa accade in italia” e la selezione della lingua.