Archive for the ‘tecnica’ Category

italia.it: alcune semplici notazioni di web design

Il “dialogo” con IBM/ITS/Tiscover (le tre aziende che con 9.6 milioni di euro IVA compresa e quasi due anni di lavoro hanno realizzato il portale) è partito, con effetti oggettivamente grotteschi: se il blog è un ambiente e un dispositivo comunicativo con la sua logica e le sue leggi, loro lo stanno (per ora) uccidendo usandolo come vetrina per comunicati stampa anonimi e con una totale “assenza” di qualsiasi dialogo e comunicazione. Sembrano, tutto sommato, esseri primitivi alle prese con un apriscatole: lo annusano, lo assaggiano, ma paiono non aver la più pallida idea sul come usarlo.
Allora, in attesa che prendano confidenza con la modernità (speriamo non ci vogliano millenni), diamo loro qualche altro spunto di riflessione grazie ad Alessandro e a questa sua pacata e precisa analisi del portale dal punto di vista di un web designer.

Sono un web designer per cui faccio alcune considerazioni su quel che riguarda la qualità delle produzione e con uno sguardo all’usabilità. Ovviamente non voglio soffermarmi sulle scelte stilistiche, perchè sono troppo soggettive, però focalizzerò la mia attenzione su difetti e imprecisioni “oggettive”. E purtroppo sono tante le pagine che avrebbero bisogno di una “rivisitazione”.

Continua a leggere

Annunci

Ma quanto è irraggiungibile www.italia.it? Un monitoraggio

Se sul piano dei contenuti la situazione è alquanto critica, anche su quello dell’IT non si scherza, e i downtime di http://www.italia.it stanno ormai diventando una spiacevole abitudine. Adesso, grazie a questo spietato monitoraggio di Bruno, possiamo quantificare con esattezza il fenomeno. E i risultati parlano da sé.

A pochi giorni dalla presentazione di italia.it molti hanno cominciato a dirmi che spesso il sito risultava non raggiungibile.

NON RAGGIUNGIBILE? “No, impossibile” la mia risposta!
I server di italia.it sono in casa HAL (+1 [ASCII]), loro hanno dei Livelli di Servizio elevatissimi che garantiscono anche ai loro clienti, sicuramente non permetterebbe mai una cosa del genere! Per loro SLA [Service Level Agreement – ndr] con continuità maggiore al 98% sono la norma.

Continua a leggere

L’autodifesa di IBM

Reagendo all’articolo di Anna Masera “Italia.it, la protesta corre sul web”, apparso su La Stampa di oggi giovedì 8 marzo a pag.19 (nonché su La Stampa.it, qui), IBM ha indirizzato una lettera al direttore del quotidiano, che la Masera rende disponibile online.

Come vedrete, si tratta di una levata di scudi per difendere il buon nome aziendale, minacciato com’era da più di un’ombra in seguito alla messa online del prodotto italia.it.

Continua a leggere

Accessibilità di italia.it, il commento di un disabile

Non è facile trattare di uno “scandalo” ed è ancor più difficile faro in maniera obiettiva.

Lo scorso 24 Febbraio Andrea Mancini di Biso.it e membro del Blog Scandaloitaliano mi chiedeva una relazione/articolo sull’Accessibilità ed Usabilità di Italia.it nuovo portale sull’Italia e sul suo Turismo.

Scrissi subito ad Andrea dicendogli che accettavo, ma che mi sarei preso qualche giorno. Non mi serviva del tempo ad uso personale, volevo piuttosto cercare il coinvolgimento di altre figure Disabili con diversi problemi rispetto alla mia Tetra Paresi Spastica che comunque non mi crea alcun problema relativamente alla navigazione Web. Fatta questa premessa mi occuperò oggi di due differenti scandali.

Carlo Filippo Follis

Leggete e commentate. Piacere, Carlo Filippo Follis

Continua a leggere

[IT] Italia – Finalmente i conti tornano

La situazione dell’Information Technology italiana e i significati dell’operazione italia.it nella lucida e accurata riflessione di Andrea Giammarchi.

La realtà italiana del settore IT
Sono diverse settimane che seguo gli interessanti interventi di Punto Informatico che riguardano il settore IT.

Addetti ai lavori di ogni tipo con esperienza da 0 a 100 e per ogni età lamentano problematiche analoghe, quali:

  • retribuzione non adeguata rispetto le competenze richieste
  • ricerca di professionisti senior di ogni tipo per offerte spesso sotto le 1.000 euro mensili
  • mancata consapevolezza sulle reali necessità aziendali, annunci improbabili per ricoprire ruoli che non hanno nulla a che fare col curriculum ideale
  • sfruttamento d’orario, contratti raramente a tempo indeterminato
  • carriere “ghiacciate” dalle dubbie prospettive future
  • mancata disponibilità di fondi, mancata voglia di investire
  • esubero di “gonfia curriliculum” e professionisti qualificati e veramente capaci messi spesso sullo stesso livello dei primi

Continua a leggere

L’umiliazione degli incompetenti: la home page del portale dalle tabelle ai CSS in mezza giornata

45 milioni di euro di stanziamento, il consorzio di imprese IBM/ITS/Tiscover, Ministri dell’Innovazione, leggi, decreti, tre anni di lavoro: ne esce fuori un sito sfigato fatto in tabelle. Poi arriva Marco Pugliese aka Pugia, uno dei tanti italiani in gamba e che sa il fatto suo, e rifà il layout della home page di italia.it in XHTML/CSS in mezza giornata. Ce lo racconta con splendida flemma nel post che segue. Meraviglioso.

Dopo tanto tempo è nato finalmente Italia.it, il portale del turismo nato da un’idea dell’ex Ministro dell’Innovazione Lucio Stanca e presentato in pompa magna pochi giorni or sono dal ministro Francesco Rutelli, e che è stato pagato con i soldi dei contribuenti, con uno sforzo economico pari a 45 milioni di euro!!!

La cifra è nota da tempo e ha alimentato un’immensa aspettativa nei confronti del sito, tanto che il giorno dell’inaugurazione e il giorno successivo il sito ha subito grandissimi rallentamenti, risultando persino inaccessibile in alcuni momenti della giornata.

Continua a leggere

Testo nelle note legali

Purtroppo i font son diventati quasi illeggibili, sembra di assistere ad un naturale processo di decomposizione di un organismo. Rimane il fatto che quel poco che si legge esibisce contenuti di natura strana.

E’ sufficiente visitare la pagina “note legali”, alla quale si accede dalla home, per ammirare questo spettacolo (quello che segue è uno screenshot a grandezza naturale, i font sono realmente resi a schermo come da immagine).
Continua a leggere

notizie sull’hosting?

un sospetto sta montando e si sta diffondendo. non esiste nessuna conferma, e le analisi svolte son certo fino a questo momento non approfondite, ma questo è quanto si evince con una rapida indagine:

un ping a http://www.italia.it restituisce l’ip: 129.35.116.3

facendo una visita a ip-adress si scopre che l’indirizzo è localizzato in una città del North Carolina U.S. di nome Durham. L’organizzazione registrata è “Network of IBM E-business Hosting Delivery”

Questo non prova niente, ma il sospetto è lecito. Che http://www.italia.it abbia un hosting negli stati uniti? Probabilmente l’hosting lo fa IBM in italia, avendo una classe di IP registrata negli stati uniti e ripartita fra le varie sedi.

Continua a leggere

malfunzionamenti navigator

il meccanismo contributivo di questo blog marcia a ritimi incredibili, un utente ci segnala altre novità dal fronte delle (dis)funzioni del portale: entrando in una qualsiasi sezione del portale appare il logo di uno strumento atto alla navigazione, ecco come appare

navigator

pensereste di usarlo per qualche meravigliosa funzionalità, ma il risultato al click è il seguente

Continua a leggere

Primi effetti delle lamentele: cassata la intro canterina!

Sembra che qualcosa (poco eh) si stia muovendo, è stata tolta la intro canterina (di qualitaaaa di qualitaaaa, si insomma avete capito), ora si è tornati ad un website con una sola intro, che almeno ha il senso di dare la scelta della lingua.
Mi piace pensare che sia il primo risultato della nostra mobilitazione, e non una mossa programmata o casuale.

Speriamo di vedere altri cambiamenti in futuro, noi ce la mettiamo tutta.

Fonts: ostinata inaccessibilità

Il settaggio delle dimensioni dei caratteri in em è un utile strumento per permettere, in linea con le direttive di accessibilità del W3C e della normativa italiana sullo sviluppo di siti web istituzionali, il completo controllo della grandezza dei font da parte dell’utente.
Si rivela inoltre uno strumento decisivo per consentire una maggiore fruibilità del testo da parte di utenti ipovedenti.
Vediamo un po’ come Italia.it reinterpreta creativamente questo tema.

Continua a leggere

tecnologia assistiva

il link “scarica adesso tecnologia assistiva” ci conquista

easyweblink

una bella pagina dove i link non hanno distinzione grafica dal testo, se non per un hover, spiega:

Continua a leggere

skiplink

tecnica piuttosto diffusa per consentire un accesso agile ai browser vocali è quella dello skiplink nascosto. come funziona di solito: si inserisce un div hidden, all’interno del quale si inserisce un link ad una anchor. tale anchor è posizionata più in basso nel codice, in modo che leggendo la pagina con un browser vocale il link consenta di saltare immediatamente al contenuto.

ok, questa è la tecnica, e loro ci devono aver provato. ma poi…

Continua a leggere

html, il codice sorgente

anche l’accoglienza dal punto di vista del codice html sottostante è caratteristica, innanzitutto la dichiarazione del doctype:

DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01//EN" "http://www.w3.org/TR/html4/strict.dtd

mi è ignota la motivazione che ha portato alla scelta di html 4 come linguaggio di markup per il portale, visto che il D.M. 8/2005 esplicitamente recita:

per tutti i siti di nuova realizzazione utilizzare almeno la versione 4.01 dell’HTML o preferibilmente la versione 1.0 dell’XHTML, in ogni caso con DTD (Document Type Definition – Definizione del Tipo di Documento) di tipo Strict;

sorvolando su questo particolare e scorrendo un po’ verso il basso, ecco qualche succosa sorpresa…

Continua a leggere

usability test

per riprendere in parte quanto introdotto per i media di ingresso, consideriamo la prima pagina di ingresso, quella delle news per intendersi.

homenews

immagino non sia stato fatto alcun test di usabilità. da cosa si evince? l’uso indiscriminato di font diversi, tanto per cominciare. si possono contare almeno 5 variazioni di font, tra corpo e colore, e tale principio infrange le regole non scritte che stanno alla base dell’usabilità. facile obiezione è dire: non esistono direttive severe riguardanti l’usabilità. posso condividere, ma si nota anche un errore di allineamento tra l’etichetta “cosa accade in italia” e la selezione della lingua.

Compatibilità 1: Sistemi supportati dalle tecnologie assistive, 2.

Italia.it mette a disposizione un browser facilitato con ingrandimento dei caratteri e zoom per ipovedenti. Molto bene. Ma quando si cerca di accedervi, ci si rende conto che sono supportati solo due sistemi operativi, Windows XP e Windows 2000, lo si può facilmente vedere da questa pagina di errore: http://www.italia.it/web/turismo/ewb/it/os_err.html

Con queste restrizioni, si tagliano le gambe a questa soluzione – e mancando il supporto a Windows Vista, ormai rilasciato in tutto il mondo, la diffusione dei sistemi operativi compatibili non può che diminuire. Inoltre si tagliano totalmente fuori tutti gli utenti non Windows, come utenti Apple, Linux e Solaris, così come gli utenti di Windows 98 e Windows ME.

In particolare, la cosa è grave per gli utenti Apple in quanto OSX, con il suo programma di Accesso Universale, è una piattaforma molto usata da chi ha problemi sensomotori, come testimoniato, ad esempio, dal progetto Apple D-user .

Accessibilità 1: i link nel testo

Italia.it - I link ipertestuali non sono distinguibili in bianco e nero.

I link ipertestuali per approfondire gli argomenti sono del colore #0066A4 in abbinamento allo sfondo bianco al semplice testo nero, il contrasto non è forte, ma accettabile.
Il problema nasce quando si prova a visualizzare la pagina in bianco e nero (desaturata), un test che viene effettuato per valutare il contrasto della pagina web ai fini della frubilità della stessa per gli ipovedenti e le persone con deficit visivi di vario tipo.

Come chiaramente spiegato dal W3C nelle sue linee guida per creare contenuti web accessibili qui:

“Ensure that foreground and background color combinations provide sufficient contrast when viewed by someone having color deficits or when viewed on a black and white screen. [Priority 2 for images, Priority 3 for text].”

“Ensure that all information conveyed with color is also available without color, for example from context or markup. [Priority 1]”

Nel portale italia.it queste semplici regole per l’accessibilità sono state ignorate, bastava scegliere un colore più contrastato rispetto allo sfondo e al testo, niente di chè, un piccolo sforzo vista l’enorme spesa si poteva fare no?

Media di accoglienza

Attraverso una valutazione tecnica sui media video e audio inseriti nella parte di accoglienza al portale si rileva che al caricamento non esiste un pre-loader, l’accoglienza è da parte di un tenore vociante senza la possibilità di skip.

Tale intro, come detto, non è funzionale al caricamento ma serve da introduzione per una splash-page che manda immediatamente in esecuzione un filmato (il cui contenuto verrà commentato nella debita sezione di questo blog). Sul filmato appare evidente la presenza di un collegamento di skip che però non funziona. Continua a leggere